sabato 1 febbraio 2014

Eurispes, meno animali in casa forse per la crisi: Fido vince su Micio

Quattro italiani su 10 vivono con un animale, ma forse per effetto della crisi è diminuito il numero di chi tiene un animale in casa, e il più amato resta Fido. Gli italiani in generale sono comunque animalisti: contrari alla vivisezione, alle pellicce, ai circhi e alla caccia. E' il quadro tracciato dall'Eurispes nel Rapporto Italia 2014. Il migliore amico dell'uomo è in testa alla classifica: il 53,7% degli italiani ha "Fido" in famiglia. Segue nella lista degli animali preferiti il gatto (45,8%). Non solo in casa, la maggior parte degli italiani vorrebbe portare con sè, in vacanza e negli alberghi, il proprio animale. Cresce anche, un pò per salute, un pò per rispetto degli animali, il popolo dei vegetariani.

Infine, la maggioranza degli italiani è favorevole ad equiparare cavalli ed asini agli animali da affezione per impedirne la macellazione. In particolare, il 39,4% degli italiani ha almeno un animale in casa, mentre il 60,6% non ne possiede. In particolare, il 27,5% ha accolto in casa propria un animale e l'11,9% più di uno. I dati relativi alla presenza di almeno un animale in casa sono in diminuzione (55,3% nel 2013).

Si tratta di uno scostamento dei dati interessante che potrebbe essere letto alla luce della crisi economica o del moltiplicarsi degli impegni quotidiani troppo gravosi per permettersi il lusso di accudire un animale domestico. Potrebbero avere avuto effetto anche le tante campagne, come quelle sostenute dalla Lav, che sensibilizzano l'opinione pubblica a prendere in seria considerazione i bisogni degli animali prima di decidere se adottarne o meno uno. 

D'altronde - spiega l'Eurispes - la diminuzione del numero di quanti nell'indagine di quest'anno dichiarano di avere in casa un animale non è tale da indicare una drastica inversione di tendenza e per capire effettivamente se si sia innescato un trend discendente nel rapporto tra italiani e animali d'affezione, occorrerà osservare l'andamento dei risultati della prossima rilevazione.

Il migliore amico dell'uomo occupa la testa della classifica degli animali che si possono trovare nelle case degli italiani, infatti il è 53,7% ad avere almeno un "Fido" in famiglia. Segue nella lista degli animali preferiti come compagnia domestica il gatto (45,8%). Ma quanto ci costano i nostri amici?

La metà di chi ha un animale (52,1%) spende in media meno di 30 euro al mese per il suo fabbisogno nutrizionale, igienico e sanitario, il 32,8% fino a 50 euro mensili, mentre la restante parte si divide tra il 10,9% di quanti spendono una cifra che va dai 51 ai 100 euro, il 2,1% di chi spende da 101 a 200 euro, l'1,4% di coloro che spendono un importo compreso tra 201 e 300 euro e un'esigua minoranza, lo 0,2%, che non bada a spese, andando oltre i 300 euro al mese. Per il cibo può bastare comunque 1 euro al giorno. 

Più della metà di chi ha un animale domestico (55,1%) afferma infatti di riuscire a nutrirlo con meno di 30 euro al mese, mentre il 29,8% spende da 31 a 50 euro, il 10,9% da 51 a 100 euro, il 2,6% da 101 a 200 euro. La maggior parte dei padroni (il 69,1%) spende per visite dal veterinario ed eventuali medicine una cifra contenuta entro i 100 euro l'anno. Circa un quinto (18,8%) spende dai 101 ai 200 euro, mentre si assottiglia la quota di quanti mettono mano al portafogli in maniera più consistente: il 6,7% spende dai 201 ai 300 euro e il 2,6% oltre 300 euro l'anno.


Fonte: TMNews

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...