martedì 19 marzo 2013

Animali: coca nelle viscere di cani poi uccisi, 75 arresti in gang latine

Blitz della polizia di Milano contro le gang latine: 75 arresti, tra cui 18 minorenni. Nel corso delle indagini del commissariato Mecenate, è emerso che alcuni membri delle "pandillas" latinoamericane smantellate questa mattina "occultavano con un'operazione chirurgica, involucri di cocaina purissima nelle viscere di cani di grossa taglia (San Bernardo, Gran Danese, Dog de Bordeaux, Mastino Napoletano e Labrador) che una volta giunti in Italia venivano uccisi per estrarre la droga". Il traffico di stupefacenti avveniva attraverso contatti diretti tra le organizzazioni criminali oggetto di indagine e i "cartelli" colombiani messicani. 

Per renderlo invisibile ai raggi X, prima di essere "impiantato" nei cani lo stupefacente veniva avvolto in un cellophane, poi nella carta carbone, dopodichè ancora nel cellophane e infine ulteriormente chiuso con uno scotch di vinile nero. Una volta arrivati a destinazione il cane veniva soppresso e dalle sue viscere venivano estratti circa 1,250 chilogrammmi di cocaina purissima. Gli investigatori stimano che con questa sistema siano stati fatti 48 viaggi. 

Gli arrestati sono quasi tutti di origine latinoamericana e legati a gang latine accusate, a vario titolo, di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di reati contro la persona, il patrimonio, traffico di stupefacenti e detenzione di armi. Altre 112 persone, 14 delle quali minori, sono state denunciate a piede libero. Perquisizioni domiciliari a Milano e nelle province di Bergamo, Brescia, Lodi, Pavia, Piacenza, Novara, Roma e Varese, nel corso delle quali "è stato sequestrato materiale di interesse investigativo". 

Per uno dei catturandi, ricercato sul territorio di Barcellona, è stato emesso mandato di arresto europeo. Secondo quanto riferisce la polizia, l'indagine sulle "pandillas" coordinata dalla procura di Milano (insieme a quella dei Minorenni) è la prosecuzione di una prima attività conclusa con l'emissione di 30 ordinanze di custodia cautelare in carcere, eseguite a Milano nel febbraio 2012 a carico di altrettanti giovani ritenuti gravemente indiziati di tentati omicidi, rapine ed estorsioni. 

La successiva indagine svolta dagli investigatori del commissariato Mecenate "ha permesso di accertare come alcune delle gang operanti nel milanese siano organizzate alla stregua di vere e proprie associazioni per delinquere, gerarchicamente orientate, finalizzate alla commissione di un numero indeterminato di reati". 

"E' stata per la prima volta dimostrata - ha fatto sapere la polizia - l'esistenza del vincolo associativo all'interno delle cosidette "pandillas", evidenziando che, nell'ottica di queste organizzazioni criminali, i singoli reati commessi rientrano in un "più ampio programma criminoso e sono funzionali sia alla conquista del territorio, che passa attraverso l'eliminazione fisica di appartenenti alle bande rivali, sia al reperimento delle risorse economiche necessarie per la vita e l'espansione dell'associazione stessa".

Fonte: TMNews
Foto: Wikimedia

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...