domenica 18 novembre 2012

Ambiente: Wwf presenta a Ue decalogo per un'Europa più sostenibile

I direttori del Wwf di vari Paesi europei hanno scritto una lettera aperta ai capi di Stato in vista del Consiglio Europeo del 22-23 novembre, in cui indicano le azioni piu' importanti da intraprendere per rispondere alla crisi con misure sostenibili per
l'ambiente. Il 'decalogo' chiede di internalizzare i costi ambientali, sviluppare indicatori ambientali e sociali che vadano oltre il Pil, eliminare i sussidi dannosi per l'ambiente, tagliare le emissioni del 30%, riformare la politica agricola in senso green, sostenere di piu' la tutela della biodiversita', rafforzare la valutazione di impatto ambientale. 

"Combinare l'economia con l'ecologia in una nuova transizione ecologica e' una formula che contiene grandi prospettive come strumento per rilanciare l'economia e creare posti di lavoro - scrivono i vari direttori Wwf - si tratta soprattutto di un ideale che puo' garantire un'iniezione di fresco ottimismo nel progetto europeo, galvanizzando i cittadini attorno a una visione della societa' socialmente ed ecologicamente responsabile. Pertanto richiediamo ai capi di Stato e ai Governi europei, alla Commissione europea e al Parlamento europeo di impegnarsi per i 10 principi fondamentali come modello per lo sviluppo sostenibile che rappresenta l'unica soluzione delle crisi che affliggono il continente". 

"Riorientare il bilancio europeo 2014-2020 per porre fine ai sussidi dannosi dal punto di vista ambientale e riorientarli verso i settori della green economy (innovazione ecologica, energia e risparmio delle risorse, energia rinnovabile, edilizia sostenibile, veicoli a basse emissioni di carbonio, agricoltura sostenibile ecc.) che sono più sostenibili e capaci di creare maggiore occupazione. Almeno il 25% del prossimo bilancio europeo dovrebbe essere allocato alla lotta ai cambiamenti climatici e ai relativi adattamenti, e il 15% dovrebbe finanziare la protezione della biodiversità e delle risorse naturali".

"Riformare radicalmente la Politica Agricola Comune, rafforzando il secondo 'pilastro' dello sviluppo rurale, destinando il 50% delle risorse alle misure per sostenere le sfide ambientali e promuovere pratiche agricole più sostenibili, e riformando in modo significativo il primo 'pilastro' con una componente 'verde' efficace, per garantire così una legittimazione delle risorse che il bilancio UE impegna per l’agricoltura. Porre fine ai sussidi pubblici per le infrastrutture high-carbon come il traffico aereo e stradale e garantire al contrario sostegno ai trasporti low-carbon che oltre a soddisfare obiettivi ambientali più diffusi e ridurre gli impatti come la frammentazione degli habitat, includono il trasporto pubblico e forme di trasporto intelligente (es. car sharing, car pooling)".

"Aumentare il budget del programma LIFE, fino a raggiungere l'1% del prossimo bilancio europeo 2014 - 2020, allo scopo di sostenere la conservazione della biodiversità in Europa". Sono solo alcuni delle proposte contenute nel 'decalogo' in vista del Consiglio Europeo del 22-23 novembre. "Oggi - spiegano - l'Europa ha la possibilita' di fare scelte politiche ambiziose e definire un nuovo modello di sviluppo basato sulle necessita' del genere umano e del Pianeta. Per rendere questo possibile il Wwf ritiene che sia necessario affrontare ora le sfide ambientali, sociali ed economiche per pianificare una transizione ecologica verso una societa' europea piu' sostenibile ed ecologica".

La lettera è stata firmata da Adriano Paolella Direttore Generale WWF Italia e dai colleghi Gerald Steinlegger, WWF Austria - David Nussbaum, WWF UK - Gitte Seeberg, WWF Denmark Damien Vincent, WWF Belgium - Hakan Wirten, WWF Sweden - Eberhard Brandes, WWF Germany - Liisa Rohweder, WWF Finland – Akos Fath, WWF Hungary - Johan van de Gronden, WWF Netherlands - Juan Carlos del Olmo, WWF Spain - Demetres Karavellas, WWF Greece - Magdalena Dul-Komosinska, WWF Poland - Andreas Beckmann WWF DCPO - Paolo Lombardi, WWF MEDPO – Tony Long, WWF European Policy Office.

Fonte: Wwf Italia
Via: AGI

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...