venerdì 20 luglio 2012

Fs: accordo con associazioni animaliste per cani a bordo delle Frecce

Siglato questa mattina, a bordo di un Frecciarossa, l'accordo quadro tra Trenitalia, società delle Fs e la Federazione Italiana Associazioni Diritti Animali e Ambiente - che riunisce tutte le principali organizzazioni nazionali animaliste e ambientaliste
guidata da Michela Vittoria Brambilla - per promuovere una nuova mobilità ''Animal Friendly'': un servizio dedicato ai clienti che scelgono di viaggiare con le Frecce e gli Eurostar e che vogliono portare con sè i propri cani, di qualsiasi taglia.

A partire dal 25 luglio gli amici a quattro zampe potranno, infatti, salire anche a bordo di Frecciarossa, Frecciargento, Frecciabianca ed Eurostar Italia, oltre ai treni attualmente previsti (Intercity e Notte), sia in 1a che in 2a classe e nei livelli di servizio Business e Standard, ad eccezione dei livelli Executive, Premium, Area del silenzio e salottini. Da quel giorno infatti si potranno prenotare e acquistare i biglietti presentandosi direttamente in agenzia o in biglietteria.

''L'iniziativa - si legge in una nota - intende facilitare la vita quotidiana dei milioni di italiani che vivono con un animale domestico, promuovendo una cultura sempre più 'Animal Friendly', e allo stesso tempo, anche attraverso opportune campagne di comunicazione, garantire un contributo al contrasto del deplorevole fenomeno dell'abbandono e del randagismo, Museruola e guinzaglio, certificato di iscrizione all'anagrafe canina (per i cittadini stranieri l'apposito passaporto del cane) e libretto sanitario: questo il kit da predisporre prima di iniziare il viaggio''.

L'amico a quattro zampe potrà viaggiare in 1a e 2a classe e nei livelli Business e Standard e il proprietario dovrà acquistare un biglietto prezzo Base (previsto per il treno utilizzato) ridotto del 50%. Fanno eccezione i cani guida per non vedenti che possono, invece, viaggiare su tutti i treni gratuitamente e senza alcun obbligo. L’inziativa rientra anche nella campagna estiva contro l’abbandono e la lotta al randagismo.

Per il trasporto dei cani (escluso il cane guida dei non vedenti) è necessario avere il certificato di iscrizione all’anagrafe canina (o il “passaporto” del cane per i viaggiatori provenienti dall’estero), da esibire al momento dell’acquisto del biglietto per l’animale, ove previsto, ed in corso di viaggio. Se trovati sprovvisti del certificato a bordo treno si è soggetti a penalità e si deve scendere alla prima fermata.

"Lo considero un regalo a tutti gli italiani che amano gli animali - afferma Brambilla, in ginocchio mentre abbraccia due Golden retriver -. Si tratta di una grande vittoria, di una svolta epocale, potersi muovere con i nostri piccoli amici grazie a FS". Il cane - afferma l’amministratore delegato di Fs Mauro Moretti - è "l’amico più caro per tante persone. Naturalmente ci preoccuperemo di prendere tutte le precauzioni per far viaggiare tutti in tranquillità, per la salvaguardia del cane e degli uomini. Sono previsti - conclude Moretti - posti riservati e una pulizia in modo dedicato".


Fonte: ASCA
Via: La Stampa

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...