martedì 8 novembre 2011

Dramma a Fieracavalli Verona: il grande Hickstead muore in gara

Hickstead, cavallo campione di salto a ostacoli, è morto domenica scorsa a Verona davanti al pubblico di Fieracavalli. La tragica fine di Hickstead, durante la 4ª tappa della World Cup di salto a ostacoli, ha sconvolto il pubblico presente e scosso il mondo dell'equitazione. Hickstead, un maschio baio di 15 anni vincitore tra l'altro della prova individuale alle Olimpiadi 2008 (e argento in quella a squadre), aveva ormai ultimato il suo percorso di gara sotto la sapiente guida del suo abituale cavaliere, l'esperto canadese Eric Lamaze, quando è avvenuto il dramma. Anziché assecondare i comandi di Lamaze e raggiungere l'uscita del campo di gara, Hickstead ha improvvisamente cominciato a barcollare, è indietreggiato di qualche passo con andatura sempre più incerta, poi si è piegato sulla sinistra ed è stramazzato al suolo fra gli ostacoli. 

Hickstead, tra fremiti convulsi e penosi nitriti, ha cominciato a dimenarsi e scalciare nel vuoto: inutili gli immediati tentativi di intervento da parte degli addetti al campo di gara e dei veterinari di servizio. A tutti è parso subito chiaro che l'animale era condannato, probabilmente da un aneurisma, causa non rara di decessi improvvisi fra i cavalli-atleti. Intorno alla pista è calato un gelido silenzio, molte persone sulle tribune hanno cominciato a piangere perché Hickstead è stato sicuramente il cavallo più amato dell'ultimo decennio nella specialità del salto a ostacoli. La gara è stata immediatamente sospesa, un fatto senza precedenti nella storia della World Cup

I veterinari, che avevano tentato inutilmente di rianimare l'animale, hanno preferito non pronunciarsi sulle cause del decesso, che dovrebbero comunque emergere dall'esame necroscopico già previsto entro i prossimi giorni. Hickstead, sicuramente il più forte cavallo del mondo in attività nel salto a ostacoli, era molto conosciuto in Italia anche per aver vinto di recente il Gran Premio Roma a Piazza di Siena. Nato in Olanda ma di nazionalità canadese, nel 2010 aveva dominato le classifiche del ranking mondiale, ottenendo il titolo di cavallo dell'anno tanto da essere soprannominato il "Messi degli ostacoli". Sul sito della Federazione mondiale sport equestri (Fei), la principessa Haya Bint Al Hussein, presidentessa in carica, ha voluto ricordare Hickstead.

Via: La Stampa




Via: La Stampa

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...