domenica 23 ottobre 2011

Italia recepisce legge Ue, stop ad allevamenti per la vivisezione

E' stato approvato un emendamento alla legge comunitaria 2011 che, recependo la Direttiva europea 2010/63, vieta in Italia l'allevamento di animali per la vivisezione. Non appena il provvedimento sarò approvato in via definitiva,
allevamenti di animali a scopo vivisezione, come la multinazionale Green Hill di Montichiari, nel bresciano, che alleva beagles destinati alla vivisezione, dovranno chiudere, riconvertirsi o, almeno, non effettuare più la loro attività sul territorio italiano.

Lo ha annunciato il ministro del Turismo, Maria Vittoria Brambilla, in una conferenza alla Camera dopo l'approvazione in commissione Affari sociali dell'emendamento. In pratica, in Italia grazie a questo emendamento "non sarà possibile allevare cani, gatti, primati nel territorio nazionale che siano destinati alla vivisezione o alla sperimentazione animale", ha spiegato Brambilla sottolineando che, oltre alla vivisezione, verranno anche vietati gli esperimenti su animali che non prevedono anestesia o analgesia.

"Assicureremo - ha aggiunto - un sistema ispettivo e si definiranno anche le sanzioni appropriate per dissuadere chi non rispetta il quadro legislativo". "Oggi - ha chiosato Brambilla - è avvenuta una rivoluzione culturale". Paola Frassinetti, vicepresidente della commissione cultura della Camera dei deputati, in una nota ha espresso piena soddisfazione per l'approvazione dell'emendamento e ha spiegato che il governo dovrà emanare un decreto legislativo per garantire una progressiva sostituzione della pratica della vivisezione favorendo l'utilizzo di pratiche alternative.

Saranno inoltre vietate sperimentazioni per esercitazioni didattiche e per esperimenti bellici. "L'approvazione di queste norme - ha concluso Frassinetti - rappresenta un importante risultato di civiltà. Mai nessun governo, prima dell'attuale, aveva avuto una tale sensibilità verso le tematiche ambientali e animaliste". Per quanto riguarda la pratica della vivisezione, ha spiegato Gabriella Giammanco (Pdl) da ora in poi "sarà condotta in modo più etico, limitando al minimo la sofferenza degli animali".



Fonte: TMNews

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...