lunedì 4 luglio 2011

Palio di Siena: muore cavallo, Enpa e Lav chiedono abolizione

E' polemica sul Palio di Siena dopo la morte, nelle prove di venerdì scorso, del cavallo Messi della contrada della Chiocciola. "Per ammissione dello stesso sindaco di Siena, non si può garantire la piena sicurezza per i cavalli del Palio: e allora, il Palio va abolito", chiede, sentita dall'Adnkronos, la presidente dell'Enpa, l'ente per la protezione degli animali, Carla Rocchi, antropologa e gia' parlamentare dei Verdi e poi della Margherita.

"La dichiarazione del sindaco parla da sola", sottolinea ricordando la morte del cavallo 'Messi'. Per Rocchi, "se la sicurezza non può essere garantita, non si può non trarne le dirette conseguenze. Capisco la tradizione, capisco la funzione di coesione sociale della manifestazione, sono sicura che tutti a Siena facciano il possibile perché tutto vada per il meglio", premette.

Ma "la morte dei cavalli, oramai a cadenza quasi 'regolare', getta fango sulla stessa citta' toscana, al di la' delle migliori intenzioni delle quali, lo ripeto, io non dubito. Proprio per questo - afferma la presidente dell'Enpa - il Palio di Siena va abolito, una volta per tutte". Sulla stessa linea anche la LAV. "Il Palio di Siena va abolito, perche' non può più parlarsi di incidentalità ma di regolarità nella morte dei cavalli, in media due ogni tre edizioni", afferma il presidente la Lega anti-vivisezione, Gianluca Felicetti.

"Il Palio ha una grande tradizione storica, che non e' fatta solo della corsa dei cavalli: puo' esistere anche se la corsa viene abolita", spiega. Felicetti chiede che "tutti si risparmino le solite tiritere e le dichiarazioni pronte per l'uso. Trovo scandaloso, poi, che il sindaco di Siena dichiari che il Palio e' una questione che riguarda solo la sua citta': fino a prova contraria, le normative sul maltrattamento e sulla uccisione degli animali sono nazionali e valgono per tutto il territorio italiano, Siena compresa. Anzi, Siena soprattutto visto che il suo 'esempio' viene seguito in altre decine e se non centinaia di Comuni che organizzano manifestazioni simili, con ancor minori controlli per la minore attenzione mediatica".

Via: Adnkronos

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...