martedì 10 maggio 2011

Salviamo le Oasi col WWF nell'Anno internazionale delle Foreste

Nell’Anno internazionale delle Foreste, prende il via la grande raccolta fondi del WWF “Una nuova oasi per te” per salvare tre boschi italiani di grande valore naturalistico e allo stesso tempo gravemente minacciati: i Boschi di Marzagaglia in Puglia, dove querce rare, ulivi secolari, vigneti e masserie sono inframmezzati da strade e minacciati da tagli, pascoli e incendi; un’area prossima alla Riserva naturale di Valpredina, sulle Prealpi bergamasche, un cuore verde di roverelle e carpini dove nidificano oltre 50 specie di uccelli, che oltre a essere mira dei bracconieri è minacciata dall’ampliamento delle aree di caccia circostanti; il bosco umido di Foce dell’Arrone, sul litorale laziale, che è sopravvissuto all’urbanizzazione devastante dell’area ed è uno degli ultimi esempi di com’era un tempo la costa tirrenica. Testimonial d’eccezione l’attore Luca Argentero, che per lo spot dell’iniziativa (prodotto dallo studio Codesign per la regia di Roberto Laurenzi) lancia il suo appello da un fantastico bosco animato in 3D, in cui gli alberi tagliati dall’uomo ritornano in vita grazie al contributo di tutti. Quest’anno il WWF ha deciso infatti di dedicare all’Anno delle Foreste e ai boschi italiani la tradizionale festa delle Oasi, che domenica 22 maggio aprirà gratuitamente al pubblico le oltre 100 aree protette dall’Associazione. Un’occasione per scoprire l’importanza delle foreste a livello globale, patrimonio indispensabile alle nostre vite e sempre più minacciato, ma anche per dare un aiuto concreto a preziosi boschi italiani non ancora protetti. Fino al 29 maggio sarà possibile donare 2 euro inviando un SMS al numero 45507 da cellulari TIM, Vodafone, Wind e 3, o chiamando lo stesso numero da rete fissa Teletu; oppure 2 o 5 euro per ogni chiamata fatta allo stesso numero da rete fissa Telecom Italia, Fastweb e Infostrada. Sarà inoltre possibile donare presso gli oltre 7800 sportelli automatici (ATM) UniCredit su tutto il territorio nazionale. I fondi raccolti saranno utilizzati per acquisire le tre aree e dare vita a nuove Oasi WWF a patrimonio di tutti.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...