lunedì 21 marzo 2011

Addio Knut, trovato morto l'orsetto adottato dallo zoo di Berlino

L’orso Knut è morto ieri pomeriggio a soli quattro anni sotto gli occhi di 600 visitatori dello zoo di Berlino. Il plantigrado più famoso che la Germania ricordi si è piegato su un fianco per cause ancora ignote, è caduto nella piscina della sua gabbia ed è stato trovato dai veterinari mentre galleggiava ormai privo di vita. Lunedì verrà sottoposto ad autopsia per accertare il motivo del decesso. I tedeschi, che negli ultimi tempi avevano perso interesse per quel batuffolo bianco diventato ormai grande e avevano volto lo sguardo incantati a un’altra superstar, l’opossum strabico Heidi dello zoo di Lipsia, hanno reagito con un misto di choc e commozione. «Di sicuro andrà in un museo», ha annunciato Heiner Klös, l’esperto dello zoo incaricato di seguirlo. Un onore postumo per un animale che come nessun altro era riuscito a conquistare prima i berlinesi, poi i tedeschi e infine il resto del mondo. La Knut-mania era scoppiata pochi giorni dopo la sua nascita, il 5 dicembre 2006. La madre Tosca si era rifiutata di prendersi cura di lui e di suo fratello. E così lo zoo, deciso a non perdere i primi cuccioli di orso nati a Berlino da oltre trent’anni, era intervenuto. Solo nel 2007, Knut ha fatto incassare allo stesso zoo circa 5 milioni di euro grazie alla vendita di biglietti di ingresso per ammirare l'orso e dei gadget a lui dedicati. Il decesso rilancia le critiche degli animalisti. «La sua breve e tormentata esistenza - ha commentato il presidente dell’associazione per la protezione animali, Wolfgang Apel - dimostra ancora una volta che gli orsi non devono stare in uno zoo, anche se si chiamano Knut».

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...