venerdì 28 gennaio 2011

Rifiuti: percolato in mare, 38 indagati anche Bassolino

Sono complessivamente 38 gli indagati nell'inchiesta prosecuzione della cosiddetta 'Operazione Rompiballe' che porto' gia' in giudizio Marta Di Gennaro e tra questi anche l'ex presidente della Regione Antonio Bassolino, e ancora il suo capo della segreteria politica ed ex parlamentare Gianfranco Nappi. Indagato anche l'ex assessore all'Ambiente della Campania Luigi Nocera. Nel corso delle notifiche dei provvedimenti restrittivi, eseguite anche perquisizioni in sedi istituzionali quali quella della Regione Campania e la Prefettura partenopea, nonche' la Protezione civile a Roma, acquisendo documentazione. Gli indagati sono tutti legati alle strutture commissariali di governo per l'emergenza rifiuti in Campania negli anni tra il 2006 e il 2008; l'ipotesi e' che per risparmiare denaro e recuperare tempo il percolato prodotto nelle discariche e nei siti di stoccaggio temporanei della regione venisse portato nei sette depuratori lungo la costa tra Napoli e Caserta, inidonei a smaltirlo, finendo cosi' sversato in mare senza alcun trattamento. Arrestato anche l'ex direttore generale del Ministero dell'Ambiente Gianfranco Mascazzini (ai domiciliari), nonche' Claudio Di Biasio, anche lui gia' processato per 'Rompiballe', e il dirigente del settore Ecologia della Regione Campania Mario Lupaccchini. Nel corso dell'operazione, si e' proceduto al sequestro di documentazione presso sedi istituzionali (Prefettura di Napoli, Regione Campania, Protezione Civile di Roma nonche' sedi di aziende di rilievo nazionale); alla notifica di numerose informazioni di garanzia.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...