domenica 7 novembre 2010

Nucleare: Wwf, Agenzia e Veronesi non sono garanzia di controllo

Con la nomina di Umberto Veronesi a presidente dell'Agenzia nucleare, e con la definizione degli altri quattro consiglieri che lo affiancheranno, parte di fatto l'iter per il rientro dell'atomo all'interno dei confini nazionali, stimabile entro il 2020, secondo il sottosegretario allo Sviluppo economico Stefano Saglia e l'amministratore delegato di Enel Fulvio Conti. ''Il nucleare è una scelta pericolosa e sbagliata e la nuova Agenzia per la siciurezza non garantisce effettivo controllo e imparzialità''. Così il Wwf sulla composizione dell'Agenzia. Secondo il Wwf ''il presidente Veronesi ha rilasciato in questo periodo numerose dichiarazioni in cui fa il promoter del nucleare non tenendo in alcun conto, pur essendo un medico, dell'ampia letteratura medico scientifica che dimostra come il nucleare sia pericoloso, per non parlare del problema non risolto delle scorie radioattive''. Non ci risulta, aggiunge il Wwf, che ''tra gli studi condotti dal professor Veronesi siano stati affrontati temi riguardanti i rischi legati al nucleare e alla sicurezza delle centrali''. E ''per questo la sua nomina ci sembra più un'operazione di immagine che di garanzia''. Il nucleare italiano, spiega Stefano Leoni, presidente del Wwf, era ''già moribondo in Italia 24 anni fa e tuttora ne sopportiamo i problemi residui''. Il Wwf, insieme con molte altre associazioni ambientaliste e al comitato 'Fermiamo il nucleare, non serve all'Italia', si mobiliterà in tutta Italia questo fine settimana per informare i cittadini e per offrire la possibilità di scegliere, anche ''sottoscrivendo la legge di iniziativa popolare 'Sviluppo dell'efficienza energetica e delle fonti rinnovabili per la salvaguardia del clima'''.

Fonte: http://www.ansa.it/ambiente/

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...