mercoledì 10 novembre 2010

Buco ozono sembra danneggiare la pelle delle balene

Una comunita' di balene, seguita con grande attenzione dagli scienziati, ha mostrato segni di ustioni sulla pelle, frutto forse della riduzione dello strato di ozono nell'atmosfera. Lo sostiene un'equipe di ricercatori statunitensi e messicani, coordinati da istituti britannici, che hanno studiato 150 cetacei nel golfo della California, scattando foto e analizzando campioni della pelle. La conclusione è che anche le balene si ricoprono di bolle in conseguenza dei danni causati dai raggi solari. E proprio come gli uomini, gli esemplari con la pelle scura sono quelli che ne risentono di meno. Obiettivo dello studio, pubblicato sui 'Proceeding B', la rivista scientifica della britannica Royal Society, era approfondire gli effetti dei livelli in aumento di radiazioni Uv sul mondo animale. Le balene, spiegano i ricercatori, sono un buon modello, perché salgono in superficie per respirare, socializzare e nutrire i piccoli. Sono quindi particolarmente esposte al sole. Gli esperti del Centro di ricerche marine Cicmar, in Messico, coordinati da Laura Martinez della Zoological Society di Londra e dell'ateneo londinese, hanno seguito differenti tipi di balene per tre anni. Oltre alla foto ad alta precisione scattate, i frammenti di pelle analizzati al microscopio hanno rivelato i danni causati dal solleone, più profondi in caso di 'epidermide' chiara. Anche nel caso dei cetacei, infatti, quelli più scuri hanno un maggior numero di cellule che producono melanina, la risposta dell'organismo quando il Dna viene 'colpito' dalle radiazioni Uv.

Fonte: Adnkronos

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...