domenica 3 ottobre 2010

Wwf Italia alla manifestazione contro il ponte sullo Stretto

Alcune migliaia di persone - 7.000 per gli organizzatori, la meta' per la questura - da tutta Italia hanno protestato a Messina contro il ponte sullo Stretto. "Una scelta scellerata che ipoteca il futuro del paese". E' questo il messaggio con cui il Wwf ha partecipato alla manifestazione organizzata dalla Rete No Ponte. "Più passa il tempo dalla scelta effettuata nel 2001 che ha visto il III Governo Berlusconi inserire il ponte sullo Stretto di Messina nel programma delle infrastrutture strategiche per il Paese e più è evidente come questa ormai appaia una decisione scellerata dal punto di vista economico, sociale ed ambientale, inserita in una situazione in cui non si stanno solo uccidendo le speranze per un Italia migliore, ma si sta emblematicamente sgretolando il territorio", commenta Stefano Leoni, presidente del Wwf Italia. E' di appena un anno fa la tragedia di Giampilieri e altri territori a Messina "sono stati devastati, si sgretolano anche le coste di Ischia e poi da Portovenere alla costiera Amalfitana. L'Italia è sull'orlo del tracollo economico mentre il Ponte da solo costerebbe almeno 6,3 miliardi di euro con oltre 122 milioni solo per la progettazione - prosegue il Wwf - ancora ci sono dubbi sulla sua fattibilità tecnica, dovrebbe sorgere in una delle aree a più alto rischio sismico, si rischia che diventi un'opera in perdita date le stime del traffico e si dovrà devastare altro territorio per costruirla. Cosa altro serve sapere al Governo per abbandonare definitivamente questo progetto?".

Via: http://notizie.virgilio.it/
Foto: http://www.ansa.it/web/

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...