giovedì 7 ottobre 2010

Dodici tartarughe liberate nel mare di Paestum

Liberate a Paestum, in provincia di Salerno, 12 tartarughe marine della specie Caretta Caretta. L'iniziativa, curata dalla Stazione Zoologica Anton Dohrn di Napoli e dall'Assessorato all'Ecologia della Regione Campania in collaborazione con il Centro di Educazione Ambientale 'Torre Laura' della Rete In.f.e.a, si è svolta sulla spiaggia della borgata Torre di Mare, nel salernitano. Una scelta non casuale, visto che da alcuni anni proprio su queste spiagge del litorale campano vengono monitorate le nidificazioni di tartaruga. I 12 esemplari, rimasti intrappolati, feriti o trovati in fin di vita, dotati di piastrine identificative, tornano in mare dopo una lunga degenza presso il 'Turtles Point' della Stazione zoologica Anton Dohrn di Napoli. 

Tra i nomi dati alle tartarughe 'Totò', trovato impigliato in una rete a strascico nelle acque antistanti Acciaroli a giugno, 'Obama', recuperato a Capri nel maggio scorso e 'Ferdinando II', che, trovato a Capaccio lo scorso aprile, rischiava la setticemia a causa di una pinna in cancrena, poi amputata per salvarlo. Ci sono poi 'Maresciallo', salvato a Castellammare di Stabia lo scorso luglio mentre, intrappolato in una rete, rischiava l'annegamento, e 'S. Giovanni', recuperato a Castelvolturno nel giorno dell'omonimo santo. E ancora: 'Poseidon', rinvenuto a novembre del 2009 a Torre Annunziata; 'Sveva', trovata in difficoltà a Pozzuoli da alcuni diportisti nel marzo scorso; 'Luisal', finita nello strascico di un pescatore a Castelvolturno lo scorso giugno, e 'Carapax', trasferita dall'omonimo centro nel 2007. Concludono il quadro: 'Waka 'Waka', trovata a luglio da un diportista nelle acque antistanti l'Isola di Capri; 'Bombammano', proveniente da Acciaroli, e 'Casatiello', che torna nel suo habitat dopo una lunga degenza iniziata nel 2008.

Fonte: ANSA

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...