martedì 21 settembre 2010

Inquinamento: all'Italia la maglia nera in Ue

L'aria nel Belpaese e' sempre piu' irrespirabile. Il nostro Paese conta ben 17 città tra le 30 in Europa con la qualità di aria peggiore. Sono i dati Istat raccolti dall’Agenzia europea per l’ambiente tra il 2004 e il 2008 e ripresi dall’Epicentro dell’Istituto Superiore della Sanità in occasione della settimana europea della mobilità. Per compilare la classifica sono stati presi in considerazione tre fattori di inquinamento, il Pm10, l’ozono e il biossido di azoto. 

La situazione peggiore è quella della greca Plovdiv, seguita da Torino, Brescia, Milano e Sofia. Tra i primi 30 centri più inquinati da Pm10, oltre a Brescia e Milano, ci sono anche Padova, Modena, Bergamo, Pescara, Napoli, Venezia, Rimini e Reggio Emilia con un numero di giorni di superamento maggiore a 50. Torino è invece la città con maggior presenza di ozono troposferico, un agente dello smog che si forma in presenza di luce e altri inquinanti. 

Le città migliori sono tutte al Nord. Tallin, in Estonia, capitale europea della cultura nel 2011, è al primo posto della graduatoria, seguita dalle svedesi Stoccolma, Lund e Malmo in Svezia. Torino e Milano danno segnali di miglioramento, merito forse dell’Ecopass. Roma è una delle più vivibili e si colloca al 181/o posto tra le 221 citta' esaminate. Napoli figura invece in testa alla graduatoria europea per il valore più elevato di concentrazione annua di biossido di azoto, considerato tra i responsabili delle piogge acide, che aumentano l’acidità dei terreni e contribuiscono al degrado dei monumenti.

Via: Il Giornale

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...