martedì 22 giugno 2010

Istat: si respira bene in nord Europa, male in Bulgaria

La qualita'dell'aria delle citta' del Nord Europa e' la migliore, quella della bulgara Plovdiv, la peggiore. Palermo e' la citta' italiana con l'aria piu' respirabile del 2008: il valore dell'indice e' inferiore all'unita', valore questo, preso a riferimento per il rispetto in media dei limiti. Secondo i dati diffusi dall'Istat con l'indagine sulla qualita' dell'aria nelle citta' europee, nel 2008, nella classifica delle prime 30 citta' con il livello piu' basso di qualita' dell'aria, la citta' bulgara di Plovdiv dunque, si attesta al primo posto, seguita da Torino, Brescia, Milano e Sofia. 

All'opposto, i primi cinque posti della graduatoria delle 30 citta' piu' virtuose, sono tutti occupati da citta' del Nord-Europa: Tallinn in Estonia, Stoccolma, Lund e Malmoe in Svezia. A Palermo si stima un valore pari a 0,3, in diminuzione rispetto al valore di 0,8 registrato nel 2004 e 2005. Plovdiv, con 208 giorni nel 2008, si colloca al primo posto anche per il numero di giorni di superamento del valore limite del PM10 (piccolissime particelle solide di diametro minore di 10 micron che possono essere inalate e raggiungere le alte vie respiratorie (naso, faringe e laringe) fissato a 50 ?g/m3. 

Torino e' invece la citta' europea con la situazione peggiore per la presenza nell'aria di Ozono troposferico (che costituisce un componente importante dello smog fotochimico - dannoso sia per gli esseri umani, in particolare per le vie respiratorie, che per la flora e per la fauna), avendo superato in 77 giorni il valore obiettivo per la protezione della salute umana di 120 ?g/m3. Il 2008 e' comunque l'anno migliore in termini di qualita' dell'aria dal 2004, mentre il 2006 e' stato ovunque l'anno peggiore del quinquennio considerato.

Fonte: AGI

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...