mercoledì 26 maggio 2010

Eternamente commissariati i quattro parchi siciliani

Il più antico parco siciliano è quello dell'Etna, retto dal Commissario Straordinario Ettore Foti, dipendente della Regione Siciliana, insediatosi il 17 ottobre del 2007, in sostituzione del precedente commissario Pietro Alfredo Scaffidi Abbate, già in carica dal 3
gennaio del 2007. Il Parco delle Madonie é gestito dal dal Commissario Straordinario Angelo Aliquò, con decreto n. 70/Gab del 9 aprile 2008 dell'Assessore Regionale per il Territorio e l'ambiente, mentre il Parco dei Nebrodi è affidato al Commissario straordinario Antonino Ferro, che ha preso il posto di Antonio Ceraolo che era stato nominato nell'ottobre 2007 in sostituzione di altro Commissario. 

Ma il record in questo senso lo detiene il Parco dell'Alcantara, che dalla sua istituzione non ha mai avuto un presidente, solo commissari. In questo scenario è evidente come, al di là degli sforzi che possono essere prodotti, manca ai Parchi la capacità di esprimersi pienamente, perché, così come è sottolineato in un esposto che è stato presentato quasi un anno fa alla Procura della Repubblica di Palermo da Rifondazione Comunista e dal Pdci, dovrebbero essere i presidenti ad assumere tutte le scelte idonee per il raggiungimento delle finalità istitutive dei parchi, sia in senso tecnico che politico. 

Qui, invece, siamo agli eterni commissari a rischio sostituzione in qualunque momento, con poteri a metà e spazi operativi certamente ridotti. Tutto ciò non può non ridurre anche le capacità di negoziazione degli enti, le possibilità di lavorare per lo sviluppo, per la tutela, innanzitutto, di questi territori da salvaguardare, ma anche per provare a favore uno sviluppo ecosostenibile. 

Tra l'altro la strada dell'assestamento di questi parchi dovrebbe essere prioritario per la Regione Siciliana che sembra in questo settore ragionare in grande, al punto da avere annunciato di recente l'istituzione per la prima volta in Sicilia di quattro parchi nazionali: Pantelleria, Egadi e litorale trapanese, Eolie e Iblei, e un altro regionale, quello dei monti Sikani.


Fonte: Parks.it

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...