domenica 4 aprile 2010

A Pasqua gli italiani scelgono la natura, boom di presenze negli agriturismi

Pasqua e Pasquetta immersi nella quiete e nel relax della natura. E’ il desiderio di molti italiani pronti a mettersi in viaggio per le imminenti vacanze pasquali: secondo una ricerca della Coldiretti tra le mete preferite c’è l’agriturismo che fa registrare un aumento del 10% rispetto al 2009. Il 17%degli italiani in vacanza è diretto in campagna che quest’anno ha superato tra le destinazioni la montagna (16%) ed è preceduta solo da mare (27%) e dalle città d’arte (23%). E quest'anno gli italiani spenderanno per la tavola pasquale 1,3 miliardi di euro, per lo più in piatti della tradizione, sempre secondo le stime della Coldiretti.
Ad affollare gli oltre diciottomila agriturismi italiani saranno i gruppi familiari per il classico pranzo di Pasqua, e i ragazzi che già da qualche anno scelgono di trascorrervi il giorno di Pasquetta, come valida alternativa al solito pic-nic fuori porta. Il successo dell’agriturismo in Italia si lega alla grande varietà dei percorsi turistici legati all’enogastronomia con 142 strade dei vini e dei sapori e all’offerta di ben 202 prodotti tipici con denominazioni di origine riconosciute a livello comunitario. Ma la gita in agriturismo è anche l'occasione per far conoscere, soprattutto ai bambini, gli animali di fattoria (galline, mucche, cavalli), assistere alla mungitura, alla posa delle uova od imparare a fare il formaggio o la pasta fatta in casa ed anche per vedere affascinanti strumenti di lavoro ed attrezzature agricole, moderne e del passato, dal vecchio aratro ai potenti trattori.
Molti agriturismi - conclude la Coldiretti - mettono a disposizione anche spazi attrezzati per pic-nic all'aria aperta che rispettano le esigenze di indipendenza di chi ama prepararsi da mangiare in piena autonomia ricorrendo eventualmente solo all'acquisto dei prodotti aziendali.
Fonte: La Repubblica

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...