giovedì 28 gennaio 2010

In Cina sarà vietato mangiare cani e gatti


Secondo quanto riporta il quotidiano britannico «The Times», il prossimo aprile sarà sottoposto al Parlamento di Pechino un disegno di legge contro gli abusi sugli animali, che vieterà tra le altre cose di servire la carne di gatto e di cane nei ristoranti della Repubblica Popolare. Per secoli i cani e i gatti sono stati un alimento molto richiesto nei ristoranti cinesi e sulla rete da anni montano proteste per abolire questa tradizione. Se passerà il progetto di legge ci saranno multe di 5.000 yuan (500 euro) e fino a 15 giorni di carcere, per chi uccide e mangia questi animali. Per le organizzazioni che speculano con questa antica pratica potrebbero esserci multe da 10.000 a 50.000 yuan. Condizioni di vita e di morte crudeli per cani e gatti sono ancora molto diffusi in Cina. Questi animali, che per noi sono i nostri amici, nel Paese di mezzo vengono fatti morire in modo lento e atroce, perché si pensa così di rendere la loro carne migliore.
Ovviamente soddisfatti i membri delle varie associazioni animaliste, da sempre in prima linea contro tale tipo di alimentazione. Ma non tutti la pensano così. Secondo un recente sondaggio online che ha coinvolto circa 23.000 partecipanti, la maggioranza (60%) degli intervistati ritiene "inopportuna" la nuova legge. Per alcuni in ballo c'è una sorta di nazionalismo gastronomico, perché la carne in questione è "Un piatto tradizionale". Inoltre, secondo altri il mettere in pentola gli animali ha anche benefici collaterali. Perché cani e gatti randagi "Distruggono giardini e i loro versi disturbano. Catturarli e mangiarli garantirebbe a molti cittadini notti tranquille".
Fonte: Corriere della Sera.it

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...