sabato 12 dicembre 2009

Amianto: al via il maxiprocesso eternit


Torino, 10 dic. - Si è aperta ieri mattina alle 10,17 nel Palazzo di Giustizia di Torino il processo per le vittime dell’Eternit. Sono 2100 le persone che hanno chiesto di costituirsi parte civile nel processo, mentre 2.889 sono le parti lese individuate dalla Procura. Due gli indagati presenti al processo, il barone belga Jean Louis Marie Ghislain de Cartier e il magnate svizzero Stephan Schmidheiny.
Dal 1952 ad oggi sono oltre 2.000 le vittime. Mai prima d'ora si era svolto in Europa un procedimento penale dai numeri così imponenti: 200 mila pagine di atti raccolti dal procuratore Raffele Guariniello e dai sostituti Sara Panelli e Gianfranco Colace. Ed è stato anche ribattezzato "il processo del secolo" non solo per i numeri eccezionali ma anche perché si tratta di un procedimento penale a cui tutto il mondo guarda. E' la prima volta che sono chiamati a rispondere delle contestazioni direttamente i vertici della multinazionale che avevano gestito anche i quattro stabilimenti italiani di casale Monferrato, Rubiera, Cavagnolo e Bagnoli.
Oltre duemila persone, tra spettatori e parenti delle vittime sono arrivati a Torino alle prime luci dell'alba, per assistere alla prima udienza del dibattimento. Il procuratore aggiunto torinese Raffaele Guariniello, titolare della maxi inchiesta, assicura che sarà “un processo giusto, per tutti, per le vittime e per gli imputati”. Guariniello ha annunciato che “l’Inail ha calcolato in 246 milioni di euro la spesa sostenuta per indennizzare le vittime dell’Eternit”. La prossima udienza è prevista per il 25 gennaio e sarà ancora dedicata alle questioni preliminari.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...