martedì 22 dicembre 2009

Bologna regina e Catania maglia nera in sostenibilità urbana

E' Bologna ha occupare nel 2009 la vetta della classifica delle 50 migliori città italiane per mobilità sostenibile. Trasporto pubblico funzionale, innovazioni all'avanguardia e un alto tasso di automobili in circolazione a basso impatto ambientale, queste
le grandi qualità che hanno portato al vertice il capoluogo emiliano che ha introdotto e sviluppato mezzi di trasporto alternativi, come il car sharing (cioè l'auto condivisa). Milano è la città più attiva nel bike sharing (il servizio comunale di bicicletta condivisa). Parma perde così il primato del 2008 e scende al terzo posto, superata anche da Firenze. Lo dice il terzo rapporto Mobilita' sostenibile in Italia elaborato da Euromobility con il contributo di Assogasliquidi e Consorzio Ecogas e con il patrocinio del Ministero dell' Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. 

Nelle prime dieci posizioni soltanto una città del sud, Bari, al nono posto. Firenze si aggiudica la medaglia d'argento, seguita da Parma che perde due posti rispetto al 2008. Poi Trento, Milano che invece guadagna nove posizioni, Venezia, Reggio Emilia, Padova, Bari e Modena. In coda al gruppo: Taranto, Sassari e Catania. L'Italia ha il tasso di motorizzazione più alto d'europa: 61,32 auto ogni 100 abitanti contro la media europea di 46. Le città con più auto sono Latina (72), Roma (più di 70) e Potenza (70). Le città virtuose sono Venezia e Genova, Bolzano e Bologna. A Napoli la palma negativa delle auto inquinanti (Euro 0) con più del 30% in cricolazione, seguita da Catania, con circa il 30%. Le città migliori (Euro 4) Aosta, Brescia e Roma.

Via: CGIL

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...