lunedì 2 novembre 2009

Un vulcano sottomarino al largo di Riposto scoperto dai ricercatori

Una straordinaria scoperta è stata fatta da un gruppo di ricercatori della facoltà di Scienze geologiche dell’Università di Catania, che ha rivelato l'esistenza d'un vulcano sottomarino ad 80 mt. di profondità, nel tratto di mare compreso tra i paesi di Riposto e Acicastello. Lo studio, finalmente reso pubblico, è durato quattro anni ed è stato condotto dal prof. Giuseppe Patanè che ha una cattedra di Fisica Terrestre nella città etnea. Il prof. Patanè spiega che la struttura, in grandi, richiama alla mente le linee dell’Etna, con un enorme sprofondamento sul versante orientale che partendo da 500 metri sotto il livello del mare scende giù fino al piano abissale dove si raggiungono i 2500 metri di profondità.

Il diametro massimo della Valle del Bove è di 7 chilometri; quello della caldera sommersa è di 20 chilometri: cioè, tre volte più grande. Non vi sono segni evidenti di attività, anche se si sopsetta una risalita di fluidi caldi. La scoperta nasce per caso, osservando in una carta dei fondali marini (sviluppata con una tecnica “multibeam” che si avvale di un sonar acustico), quella strana morfologia a ferro di cavallo dei fondali marini prospicienti Riposto e Acireale.

«Questa singolare geometria non poteva essere casuale - dice il prof. Patanè - dato il peculiare assetto vulcanico e tettonico dell’area.»  E fu così che approfondendo la questione, coadiuvati dal Nucleo sommozzatori dei Vigili del fuoco di Catania, l’elaborazione di tutti i dati raccolti non ha lasciato alcun dubbio: al largo di Riposto e via via più a sud fino a Capo Mulini, i fondali marini raccontano una storia fatta di esplosioni ed eruzioni vulcaniche, antica di oltre 100 mila anni. E' importante sottolineare l’importanza della scoperta, per la possibilità di realizzare delle mappature in grado di stabilire quali sono le zone a rischio geologico in grado di generare eventuali terremoti e tzunami.

1 commento:

  1. Sono stata una tesista del prof Patane' nel lontano 1992, con la tesi in geofisica -correlazioni tra maree gravitazionali e tremori sull'Etna.
    Sostengo con piacere questo blog.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...