lunedì 16 novembre 2009

Trattori siciliani al vertice FAO


A Roma ci son arrivati con i trattori, dopo aver percorso migliaia di chilometri. Reddito alle aziende, salario e diritti ai lavoratori agricoli, prezzo, qualità e diritto al cibo per tutti i consumatori: questo è ciò che chiedono gli agricoltori e gli allevatori della Sicilia, della Basilicata, della Sardegna e della Puglia, per riconquistare il diritto al futuro e la dignità del lavoro per le aziende agricole ed allevatrici.
Traffico dunque in tilt questa mattina a Roma dove ha preso il via il Vertice mondiale per la sicurezza alimentare della Fao.
Il summit  si è aperto con l'intervento di Ban Ki-Moon: "oltre 17 mila bambini moriranno di fame: uno ogni 5 secondi, 6 milioni in un anno", sottolineando come sia "inaccettabile" che oltre un miliardo di persone oggi soffrano la fame. "Cinque bambini muoiono di fame ogni 30 secondi", ha aggiunto il direttore generale della Fao Jacques Diouf. "La Terra può sufficientemente nutrire tutti i suoi abitanti", lo ha ricordato Benedetto XVI nel suo intervento. "Non è possibile continuare ad accettare opulenza e spreco, quando il dramma della fame assume dimensioni sempre maggiori", ha aggiunto Benedetto XVI.
Silvio Berlusconi, come consuetudine per i Paesi ospitanti, è stato eletto presidente del vertice Fao sulla sicurezza alimentare. Assenti i capi di Stato e di Governo dei paesi ricchi.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...