giovedì 12 novembre 2009

Palermo: rifiuti in fiamme, allarme per la salute


Non si fermano i roghi di cassonetti per la spazzatura a Palermo. Anche la notte scorsa i Vigili del fuoco sono intervenuti almeno una quindicina di volte per spegnere il fuoco dei cumuli di immondizia dati alle fiamme dai cittadini esasperati dalla mancata raccolta dell'azienda comunale Amia, che ha ritardato i pagamenti ai suoi dipendenti.
Ma anche ragazzini e balordi si divertono a dare fuoco ai cassonetti, debordanti di spazzatura e maleodoranti. Cumuli di immondizia sono stati bruciati nei quartieri Zisa, Brancaccio e Villagrazia e in corso dei Mille, come anche in provincia: Capaci, Carini, Cefalù e Villabate.
Attenzione al pericolo ambientale nonché ai danni alla salute dell'uomo. Bruciare la spazzatura non è solo incivile ma pericoloso. Qualsiasi combustione genera diossina e policiclici aromatici, contenuti anche nei gas di scarico delle auto. Si tratta di sostanze cancerogene quindi, già pericolosissime a bassa concentrazione. Se la diossina ricade in luoghi destinati alla coltivazione o al pascolo, il danno aumenta irreparabilmente. L´incendio della spazzatura è un vero e proprio attentato alla salute.
Tag: Diossina

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...