venerdì 6 novembre 2009

Operazione fiumi, l'indagine sul rischio idrogeologico in Sicilia

In Sicilia i fiumi non godono di buona salute; si parla di rischio idrogeologico e soprattutto di rifiuti. La Legambiente e la Protezione civile hanno promosso l'iniziativa “Operazione fiumi Sicilia” con lo scopo di limitare i danni e sensibilizzare amministrazioni e cittadini. Sono necessarie poche, ma intense precipitazioni per trasformare un fenomeno naturale in disagi e danni per la popolazione. 

L’impegno concretizzato negli ultimi anni dal Dipartimento Regionale della Protezione Civile - Regione Siciliana ha indiscutibilmente migliorato la situazione, ma nonostante ciò ancora molta strada resta da compiere per rendere più sicuro il nostro territorio. Oggi a Palermo, presso la sede di Legambiente Sicilia in via Tripoli, sono stati resi noti in conferenza stampa i dati inediti di Ecosistema rischio 2009.  Con "Operazione Fiumi", sono state monitorate le attività di prevenzione e mitigazione del rischio idrogeologico dei comuni della Sicilia classificati ad “alto rischio idrogeologico” da Ministero dell’Ambiente e Upi. 

Il progetto ha previsto interventi di pulizia e rimozione dei rifiuti, ma anche una campagna di sensibilizzazione rivolta alle scuole e un questionario per i comuni per verificare quali sono le principali problematiche che colpiscono i fiumi dell'isola. Sono intervenuti: Sebastiano Venneri, vicepresidente Legambiente Nazionale, Mimmo Fontana, presidente Legambiente Sicilia, Mario Parlavecchio, assessore all’Ambiente del comune di Palermo, Salvatore  Cocina, dirigente generale del dipartimento Protezione civile Regione Siciliana.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...